Giuria Media: Folclore Contadino

1° reading 2016 – Ravarino
10 giugno 2016
Giuria Tecnica parte I: Nunzia Manicardi
15 febbraio 2017
Show all

Giuria Media: Folclore Contadino

Folclore Contadino

Il Folclore entra nel TDGC: un nuovo e professionale partner nella valutazione degli elaborati per il Premio Speciale Media

www.folclorecontadino.it è nato dall’idea di due professori di lettere, marito e moglie (Giorgio Rinaldi e Sara Prati) per offrire informazioni sulla civiltà contadina, il folclore, la cucina dei nostri nonni, le sagre tipiche, gli antichi mestieri scomparsi, i proverbi e i detti di allora, affinchè non venissero dimenticati e, soprattutto, per farle conoscere ai giovani d’oggi, che hanno molta confidenza con Internet.

Poiché aveva riscosso subito successo e la figlia Claudia Rinaldi era da tempo giornalista pubblicista (requisito indispensabile per poter dirigere ed iscrivere una testata giornalistica), si decise di farlo diventare un vero e proprio mensile, primo e unico nel suo genere, registrandolo il 29 Giugno 2006 presso il Tribunale di Modena. Importanti sono le rubriche sull’etimologia e lo studio del dialetto modenese, lingua studiata fin dall’Università dal Prof. Rinaldi, che, come esperto studioso e ricercatore, divulga in televisione da oltre 10 anni, assieme alla moglie, nella fortunata trasmissione “Mo Pensa Te” di TRC diretta da Andrea Barbi.

Col tempo, a questa insolita e originale “redazione di famiglia”, si sono poi uniti appassionati e professionisti (web master, fotografi, collaboratori, poeti dialettali, grafici, social marketing, video makers) alimentando una redazione che conta oggi tantissimi lettori e lettrici, arrivando con alcuni post su Facebook a 11.000 visualizzazioni. La redazione, nel corso dei suoi 11 anni di vita, ha aumentato le partnership con tante associazioni culturali private, collabora con tutti i Comuni del modenese, molti del reggiano e del bolognese, IBC (Istituto beni culturali della Regione Emilia Romagna), Università della Terza Età, scuole, Slow Food, C.A.I., ristoranti tipici. Vengono proposti corsi, seminari, docenze, mostre di pittura sulla civiltà contadina, eventi con musica ed eccellenze enogastronomiche, lettura di poesie dialettali, presentazioni di pubblicazioni (quasi tre libri all’anno) che racchiudono, come piccoli scrigni, il frutto degli studi di oltre quarant’anni dei due fondatori, detentori di archivi e testimonianze inediti.

Il 2017 si arricchisce anche della partecipazione della redazione all’interno della giuria (Sezione Media) del Premio Letterario Internazionale “Terra di Guido Cavani”, proprio in occasione del 50° anniversario dalla morte dello scrittore modenese così attento, nei suoi elaborati, ad esaltare il folclore dei propri territori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *