I TEMI DEL IV ANNO

Il tema del quarto anno per le sezioni A1 – A2 – C

L’EQUIVOCO

Una famiglia inglese, in gita di piacere, visita una graziosa casetta di proprietà di un pastore protestante, che sembra particolarmente indicata per le vacanze estive. Ritornati a casa ricordano di non aver visto i servizi, quindi indirizzano al Pastore la seguente lettera:

«Egregio Sig. Pastore, siamo la famiglia che alcuni giorni addietro ha contrattato l’affitto della casetta in campagna. Non avendo visto il W.C. le chiediamo cortesemente di illuminarci in proposito. Grazie e distinti saluti.»

Ricevuta la lettera, il Pastore non comprese appieno l’abbreviazione W.C. e credendo che lo stagionale inquilino si riferisse alla Cappella Anglicana poco distante – chiamata White Chapel – come pervaso da fervore religioso così rispose:

«Gentile Signore, ho molto apprezzato la sua richiesta ed ho il piacere d’informarla che il luogo in questione si trova a circa 12 km. dalla casa, molto scomodo – lo riconosco – soprattutto per chi è abituato ad andarci con frequenza, e il posto si può raggiungere a piedi, in bicicletta o in macchina. Nel locale c’è posto per 30 persone a sedere e 100 in piedi, quindi è preferibile andarci per tempo per non rimanere fuori. All’entrata ad ognuno viene consegnato un foglio, e chi arriva in ritardo può usare quello del suo vicino; i fogli devono essere utilizzati anche le volte successive, per tutto il mese. Vi sono amplificatori per i suoni affinché gli stessi e le voci si possano udire anche dall’esterno e talora vi si potranno trovare fotografi specializzati che scatteranno immagini per gli articoli del giornale locale. Al termine della giornata tutto quanto si raccoglie viene poi dato ai poveri. Distinti saluti, il vostro amico Pastore.»

Quante volte abbiamo sentito parlare (o siamo stati protagonisti) di equivoci? Situazioni magari ilari, tristi, intriganti e sorprendenti… Comunque raccontabili. Come al solito, il Terra di Guido Cavani fa volare le Penne nell’immaginario e permette di fotografare le emozioni su un foglio bianco. “L’Equivoco” è l’ennesima possibilità per i nostri Autori di avere alla base la fantasia e come limite il cielo.

 

Il tema del quarto anno per la sezione A3

UN VIAGGIO FANTASTICO

Uscire dal proprio guscio, inteso come casa nostra, magari per la prima volta: andare a scoprire il mondo al di fuori delle proprie abitudini, oltre quello che si conosce già e che non ci fa più “paura”.

Oppure sognare di farlo, verso un luogo che si vorrebbe visitare (studiato a scuola, sentito raccontare da amici o dai genitori, visto in TV) o il posto immaginario delle nostre fantasie, nel quale poter creare personaggi e situazioni a nostro piacimento.

Provate a raccontarlo, qualsiasi sia il vostro “Viaggio Fantastico”: una sezione e un argomento dedicati agli Autori in tenera età con alla base l’immaginazione e come limite le stelle.

 

Moreno Coppedè

Ideatore e Responsabile del Premio